daxioma logo

Petrolio i prezzi sono sotto pressione

31 Maggio 2019

Petrolio i prezzi sono sotto pressione

Il prezzo del petrolio rimane sotto pressione, che è causato da un conflitto tra la Cina e Gli stati Uniti d'America. Tuttavia mondiale Brent, il benchmark in relazione con la diminuzione della fornitura da parte dell'OPEC gode di comprensione e sostegno. Fino a che i produttori di tutto il mondo, e anche direttamente l'Organizzazione dei paesi esportatori limitano la fornitura al fine di inasprire le condizioni di mercato e non dare prezzi bassi diminuire ancora di più. La situazione è estremamente fragile e instabile, soprattutto a causa scatenato grandi potenze di una guerra commerciale.


Basandosi sugli ultimi dati, i responsabili hanno ritenuto necessario ridurre pulite e lunghe posizioni su futures e opzioni su merci provenienti da stati UNITI non meno di una settimana. Inoltre, ci sono stati segni che la domanda di petrolio scende, che è stato pubblicato con il resto dei dati l'ufficio Nazionale di statistica lunedi mattina. Tuttavia il volume di auto vendute aziende dal regno di mezzo, non è cambiato dall'anno scorso la riduzione ed è rimasto a livello di 28,1 milioni di unità. Contemporaneamente si prevede un aumento della vendita di auto elettriche di almeno il 27 %, che è un vantaggio per i loro produttori. Ora il petrolio è scambiato con un leggero aumento a 58,25 di dollari, mentre il Brent è salito a $67,36 al barile.