daxioma logo

Banche dell'eurozona sono stati attivamente l'acquisto di azioni di Unicredit

03 Dicembre 2019

Banche dell'eurozona sono stati attivamente l'acquisto di azioni di Unicredit

La crisi si avvicina ogni giorno che passa diventa sempre più evidente, già questo martedì, 3 dicembre, Banca italiana, Unicredit ha annunciato la riduzione di 8 mila dipendenti e la chiusura di 500 filiali. Per la prima volta in dieci anni, la Banca si propone di riacquisto di azioni per un valore di 2 miliardi di EURO. Il piano di attuazione, avrà quattro anni. Tali eventi sono associati con il progresso tecnico e tassi di interesse negativi.

 

In precedenza, la politica delle banche è stato finalizzato alla costruzione di capitale, ma i tempi sono cambiati ed è il momento di investire in attività. Per l'attuazione del piano, Unicredit pagherà il 40% del sottostante utile netto, nonostante il fatto che tale allegato è due in più rispetto alla precedente destinazione. Considerando i dividendi e riacquisti, l'ammontare della quota di partecipazione potrebbe salire al 50% nel 2023.

 

Azioni di Unicredit sono le più stabili nell'Eurozona. Questa mattina, nei primi scambi a Milano, azioni delle banche sono aumentate del 2%, ma dalle 13:00 ora di Mosca il prezzo è sceso dello 0,9%. La nuova politica del governo Americano ha un impatto negativo sull'economia globale. L'introduzione di nuove funzioni, ha portato al fatto che la Francia CAC 40 in flessione dello 0,5%, l'Euro Stoxx 600 è diminuito dello 0,2% e il FTSE MIB è salito dello 0,4%.

 

Il CEO di Unicredit Jean-Pierre Moustiers pronta per il pubblico di non-cooperazione con la Banca Centrale e le autorità di Vigilanza, la BCE ha già detto privatamente che avrebbe sostenere la richiesta.

 

Presso la Unicredit la speranza che la Banca Centrale Europea si indebolisce l'approccio per la valutazione dei requisiti di capitale delle banche. Come il precedente capo del Consiglio di Vigilanza della BCE Daniele nouy insistito sul fatto che i requisiti di capitale di secondo livello, è venuto dalla capitale privato di ogni Banca, nonostante il fatto che la legislazione dell'UE prevede l'uso di strumenti di debito subordinati.

vista: 395A tutte le notizie