daxioma logo

Sulle borse Cinesi quotazioni hanno diminuito dell ' 8%

03 Febbraio 2020

Sulle borse Cinesi quotazioni hanno diminuito dell ' 8%

Lunedì mattina è iniziato in Cina con un forte calo dei prezzi di tali variazioni sfavorevoli legati al fatto che i mercati finanziari reagiscono nervosamente per la notizia della diffusione del coronavirus. Tutto è iniziato con il fatto che l'indice della borsa di Shenzhen SZSE Componente di indice e indice Shangai Composite di Shanghai, all'apertura è sceso all ' 8%, questo è stato indicato nell'offerta dati.

 

L'evento non è colto nessuno di sorpresa, in quanto gli analisti inizialmente previsto che i mercati finanziari saranno influenzati da notizie sulla diffusione del coronavirus mutato e un nuovo tipo di effetto negativo applicato dalle autorità Cinesi di misure per salvare l'economia.

 

Gli esperti interessati a un'altra domanda, sono interessati che, a causa della bassa attività economica, la domanda di olio di cadere. Questo è accaduto perché le citazioni di “oro nero” è già riuscito a cadere nei primi scambi il lunedì. Trading in base alle 05.50-Mosca-il prezzo del petrolio del mare del Nord, il Brent è sceso per cento per 56.09 USD al barile, e la canna zapadnotekhasskaya petrolio WTI è sceso di questo tempo da 0,6% a USD 51,27.

 

Nel frattempo, l'hype dal Cinese coronavirus del dollaro il primo giorno della nuova settimana è andato in su. È logico che le parti non si desidera mantenere inaffidabile attività e di tradurle in un affidabile valuta. Già da 07:00 ora di Mosca la moneta unica Europea è sceso dello 0,09% a 1,1082 USD. L'indice del dollaro contro un paniere delle principali valute questo tempo è cresciuta 0,12%, a 97,325 punti.

 

Il Presidente della Beijing società di investimento WanDeFu Se Suwa, ha detto, “è molto difficile per il commercio di stock. È impossibile prevedere come la malattia si sviluppa. Anche gli esperti non hanno una chiara idea, quando lo scoppio del virus, per non parlare di operatori di borsa”. Vale la pena notare che il calo dei prezzi in borsa della Cina continentale, il 3 febbraio è stato un record nel 2015.



Le autorità della Cina “tutto sotto controllo”, come si suol dire. La loro politica del partito volti a prevenire il panico di vendita, mantenendo la liquidità nel mercato monetario e un appello alla calma. Tuttavia, questo ha poco senso. Questa settimana i due terzi dell'economia Cinese rimane chiuso, il pubblico è preoccupato per il crescente numero di morti per il coronavirus e gli sforzi della Cina per la contengono, che porta ad un significativo deflusso di investitori.

 

Direttore di Shanghai WuSheng di Gestione degli Investimenti di Partenariato Fang Rui ha detto “non Si può incolpare la gente che “escono” in contanti quando sentono che la loro salute è in pericolo.”

vista: 1022A tutte le notizie