daxioma logo

Coronavirus venire trigger per la crisi globale

20 Febbraio 2020

Coronavirus venire trigger per la crisi globale

In questa fase, il coronavirus non ha alcun impatto significativo sull'economia russa, ma la testa di Sberbank German Gref afferma che tutto dipenderà dalla natura e la durata dell'epidemia. Se l'epidemia si trascina, la società dovrà affrontare conseguenze imprevedibili, come la Cina è uno dei maggiori esportatori di prodotti vari in tutto il mondo.

 

Banca centrale di testa Elvira Nabiullina, dice che per valutare l'impatto del coronavirus mentre è impossibile, in quanto ci sono un certo numero di incertezze associati con gli effetti di “black Swan”, che minaccia la stabilità macroeconomica, della Russia e di altri paesi economicamente attiva.

 

Il Presidente della camera dei conti Alexey Kudrin ha parlato del fatto che i politici devono prendere in considerazione la probabilità di riduzione del PIL della Russia nel range 0,1–0,2 punti percentuali il calo in Cina, il consumo di olio. Se si guardano le perdite di moneta Fiat, il cui ammontare potrà variare da 10 miliardi di euro per 230 miliardi di rubli.

 

Nel frattempo, il coronavirus continua a diffondersi in diverse città dall'India all'America. In Cina, il tasso di mortalità colpi di record, e al di là confermato centinaia di casi di infezione. Così, quando smetterà di perdite umane, sarà sostituito dai calcoli del danno economico.

 

Direttore dell'Istituto di analisi strategica FBK Igor Nikolaev dice - “Tutto è in aumento. L'umanità è sull'orlo di un'altra crisi, la natura ciclica e coronavirus, che ben si adatta per il ruolo di “trigger” - shock, eventi imprevisti, con un alto grado di imprevedibilità e, allo stesso tempo, che interessano le prospettive per l'economia mondiale nel suo complesso. No us-China trade guerra o Brexit, come dimostrato l'anno scorso, questo ruolo non è adatto”.

 

Nikolaev si concentra sul fatto che globale overcapitalization dei mercati azionari (il rapporto tra il totale del valore delle azioni di società nazionali per la quantità di PIL nominale) è diventato chiaro come mai prima. Tali indicatori sono le cause fondamentali delle recessioni.

 

Si deve prestare attenzione che alla vigilia del crollo del 2008-2009 il PIL è oltre il 110%. Ora supera il 100%, considerato che sono una sorta di condizione di soglia, una linea rossa. Di conseguenza, la finanziaria “bolle” sono formate, e la crisi è solo una questione di tempo. La cina, con la sua quota del 20% del PIL mondiale - un importante fattore aggravante. Nel 2019 la crescita dell'economia nazionale sono stati il più basso dal 1990 al 6.1%, e nel 2020 saranno probabilmente più del 4%. Data questa tendenza, abbiamo una seria (in calo di 0,6 punti percentuali), il rallentamento del PIL a livello globale.

Indipendente di ricerca, società di Capital Economics ha annunciato che nel primo trimestre del 2020, l'economia globale potrebbe perdere circa 300 miliardi di dollari, a causa del coronavirus. Quindi, stiamo parlando significativamente più gravi conseguenze che in caso di SARS nel 2003: secondo varie stime, il danno totale è stato quindi dai 40 ai 60 miliardi di dollari. Paesi in via di sviluppo in Asia e in Australia sono principalmente interessati, poiché i turisti smesso di visitare loro. dalla Cina, che non è più visualizzato merci Cinesi a causa della sospensione delle imprese nel Regno di Mezzo.

vista: 1329A tutte le notizie