daxioma logo

Cosa succede per le piccole e medie imprese in Russia

12 Maggio 2020

Cosa succede per le piccole e medie imprese in Russia

Il governo russo ha deciso di stanziare per l ' 81,1 miliardi di rubli dal Fondo di riserva, al fine di sostenere le piccole e medie imprese. Per ricevere assistenza finanziaria sarà di quelle aziende in cui ci sono non meno del 90% del personale, queste aziende hanno diritto a pagamento per un importo di 1 salario minimo — 12 130 rubli per ogni dipendente. Dal momento che il governo ha richiesto diversi mesi per offrire a imprenditori, il sostegno finanziario, attualmente l'azienda già non ne ha bisogno: ha ottenuto in debito, ha respinto il personale, è stato chiuso.

 

Le autorità credono che per l ' 81,1 miliardi di rubli è una sufficiente somma di supporto 970 migliaia di imprese di piccola e media business, conservati nello stato di almeno 9 su 10 dei suoi dipendenti. Gli imprenditori locali, credo che anche il più minimo supporto di 1 il salario minimo è meglio di niente. Il problema è che molte piccole imprese già chiuso.

 

Dmitry Zhelnin, che è il managing partner di Mitsan di Consulenza, dice - “c'è una certa doppiezza da parte dello stato. È strano che gli isolati quando molti imprenditori non hanno bisogno ora”.

 

Il Forex Ottimale azienda ha condotto uno studio che ha mostrato che, in Russia, in questa fase, quasi 6 milioni di piccole e medie imprese, il numero medio dei dipendenti, e del 15,3 milioni di persone, ed è di circa il 21,5% della popolazione occupata. In questa situazione, di supporto al business il modo, anche la dimensione del salario minimo. Dovrebbe essere notato che non in tutte le regioni è un po ' di soldi, e in alcune regioni, questo importo può essere una buona spinta a un abbassamento dei salari.

 

Dopo Jenin continua - “per quanto riguarda l'assistenza finanziaria sarà in grado di qualificarsi solo per quelle aziende che sono riusciti a salvare almeno il 90% del personale, il licenziamento di una dipendente che mette fine alla possibilità di ottenere fondi da parte dello stato. La prima ondata di licenziamenti che abbiamo già ricevuto. Molte piccole e medie imprese a tagliare i costi e la spesa più grande è sempre il libro paga. Si ha l'impressione che il governo volutamente aspettato a 1,5 mesi dall'inizio delle auto-isolamento prima dell'introduzione di misure di sostegno. I soldi andranno solo ai più persistente”.

 

Il primo Vice-Presidente di “OPORA Russia” Paolo Segal sostiene che lo stato ritardato utilizzando il business, grazie alla quale il numero dei disoccupati è in crescita. Gli esperti ritengono che i disoccupati sono più probabilità di essere in settori quali:

  • turismo;
  • la ristorazione;
  • non alimentari commercio al dettaglio;
  • ristorante di business;
  • la società di logistica.

 

Quindi Segal continua: “solo a Mosca può perdere il lavoro da 450 a 1 milione di persone nel settore dei servizi. Sotto l'aspetto più negativo scenario nel paese il numero dei disoccupati potrebbe aumentare di 6-8 milioni di persone”. L'esperto ritiene che la figura non mostra nascosto di disoccupazione, in crescita autonoma dei cittadini. In questa zona, potrebbero perdere i loro posti di lavoro dal 45% al 65% dei Russi.

vista: 584A tutte le notizie