daxioma logo

Le conseguenze della seconda ondata di coronavirus per l'UE

28 Luglio 2020

Le conseguenze della seconda ondata di coronavirus per l'UE

Dopo le recenti dichiarazioni del che il record per il numero di persone infettate con il coronavirus, l'Unione Europea ha iniziato attivamente a preparare per la seconda ondata della pandemia. Quindi, c'è una possibilità enorme che si re-imposto restrizioni.

 

Nel famoso giornale The Guardian ha scritto - “l'Europa si prepara per una seconda ondata di coronavirus. Costante nuovo focolaio della malattia, rendendo sempre più reale prospettiva di ri-imposizione di misure restrittive. E tutto questo avviene in una situazione in cui milioni di persone sono andati in vacanza e viaggi in giro per l'Europa.”

 

Se entro i prossimi dieci giorni la situazione non è stabiliziruemost, la gente sarà di nuovo affrontare le limitazioni nella vita pubblica e le infrastrutture. Per la prima volta a queste misure, ha detto la Spagna. Le autorità spagnole sostengono che nel corso delle ultime settimane il numero di infetti ha raggiunto gli otto mila, e questa è solo metà dei casi.

 

Il Presidente del governo della Catalogna Kim Torr indica - “ora avanti di 10 giorni critici dell'estate, e durante questo tempo vedremo se saremo in grado di affrontare la situazione con la solidarietà e la cooperazione e a un impegno collettivo. Ma la situazione è critica, e se non ci riusciamo, dobbiamo tornare indietro (per le restrizioni)”. Inoltre, Torre notato che è necessario limitare se stessi da eventi serali, in quanto è uno dei motivi per la crescita del infetti COVID-19.

 

In Germania, il capo del Ministero della salute Jens span espresso la domanda che tutti i cittadini che hanno visitato i paesi con una situazione sfavorevole che sono costretti a passare i test per il coronavirus. I turisti più di tutti sono a rischio, la creazione di una nuova catena di diffusione della malattia.

 

In Francia, il Ministero della salute, i funzionari dicono che il rischio del gruppo giovani, in quanto essi sono i più attivi attività sociale, costantemente kommunitsiruya con l'altro. Chiamare le persone ad aderire ad una modalità maschera, utilizzare antisettici, per mantenere la distanza e lavarsi accuratamente le mani.

 

Il governo greco invita i suoi cittadini a indossare le maschere in tutti gli spazi chiusi, in particolare dove mettere una distanza di sicurezza non è possibile. In Grecia, come in altri paesi, il numero di casi è in crescita esponenziale. Il portavoce del governo Stelios Petsas anche notato che la frequenza in Chiesa in maschera sarà necessario nel prossimo futuro. Ora le misure restrittive applicate solo per il trasporto pubblico, per la violazione delle norme, la penalità sarà di 150 EURO.

vista: 766A tutte le notizie