daxioma logo

Il petrolio è stabile, ma le prospettive sono fosche a causa dei casi di coronavirus

27 Ottobre 2020

Il petrolio è stabile, ma le prospettive sono fosche a causa dei casi di coronavirus

I prezzi del petrolio sono aumentati leggermente martedì dopo un forte calo, ma il sentimento è rimasto contenuto poiché l'aumento dei casi globali di coronavirus ha colpito le prospettive per la domanda di petrolio con l'aumento dell'offerta.

 

Il greggio Brent è salito di 19 centesimi, o dello 0,5%, a 40,65 $ al barile alle 03:24 GMT. Il petrolio statunitense è salito di 15 centesimi, o dello 0,4%, a 38,71 dollari al barile. Entrambi i contratti sono scesi di oltre il 3% lunedì.

 

La mancanza di progressi su un pacchetto di coronavirus negli Stati Uniti ha esacerbato la tristezza del mercato, anche se la presidente della Camera Nancy Pelosi ha affermato lunedì di sperare che si possa raggiungere un accordo prima delle elezioni del 3 novembre.

 

L'ondata di infezioni da coronavirus che ha investito Stati Uniti, Russia, Francia e molti altri paesi ha sconvolto le prospettive economiche globali, con un numero record di nuovi casi che costringe alcuni paesi a imporre nuove restrizioni con l'avvicinarsi dell'inverno.

 

“Pensiamo che d'ora in poi la domanda sarà davvero difficile da aumentare. Le restrizioni COVID-19 ne fanno parte ", ha affermato Vivek Dhar, analista di materie prime presso la Commonwealth Bank of Australia (CBA).

 

La Banca Centrale prevede che nel quarto trimestre di quest'anno, il petrolio statunitense avrà una media di $ 38 e il greggio Brent di $ 41.

 

Un certo sostegno ai prezzi è stato fornito da un possibile calo della produzione negli Stati Uniti, poiché le compagnie petrolifere hanno iniziato a chiudere gli impianti offshore in connessione con l'avvicinarsi dell'uragano nel Golfo del Messico.

 

Il ministro dell'Energia dell'Arabia Saudita, il principe Abdulaziz bin Salman, ha detto lunedì che il peggio per il mercato del greggio è passato.

 

Ma il suo commento contraddice una precedente osservazione del segretario generale dell'OPEC, il quale ha affermato che la ripresa del mercato petrolifero potrebbe richiedere più tempo del previsto poiché le infezioni da coronavirus sono in aumento in tutto il mondo.

 

Nel frattempo, la produzione in Libia dovrebbe raggiungere 1 milione di barili al giorno (barili al giorno) nelle prossime settimane, ha detto venerdì la compagnia petrolifera nazionale del paese, più velocemente di quanto previsto da molti analisti.

 

È probabile che ciò complichi gli sforzi dell'Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) per limitare la produzione per compensare la debole domanda.

 

L'OPEC +, che include l'OPEC ei suoi alleati, inclusa la Russia, prevede di aumentare la produzione di 2 milioni di barili al giorno dall'inizio del 2021 dopo un taglio record della produzione all'inizio di quest'anno.

 

Un sondaggio degli analisti condotto da Reuters prima del rilascio dei dati dell'American Petroleum Institute e della US Energy Information Administration di mercoledì ha mostrato che le scorte di greggio statunitensi sono aumentate nella settimana fino al 23 ottobre, mentre quelle di benzina e distillati sono diminuite.

vista: 507A tutte le notizie